LINK UTILI

Parte il servizio raccolta rifiuti

Saprodir, da giugno in otto Comuni parte il servizio raccolta rifiuti
Questa mattina in piazza Vittorio Emanuele, a Poggio Moiano, si è svolta la presentazione dell’avvio del servizio da parte di Saprodir di raccolta dei rifiuti nei Comuni di Casaprota, Montenero Sabino, Orvinio, Poggio Moiano, Pozzaglia Sabina, Scandriglia, Torricella in Sabina (facenti parte dell’Unione dei Comuni dell’Alta Sabina) e Mompeo.
Alla cerimonia hanno partecipato il presidente dell’Unione dei Comuni e sindaco di Poggio Moiano, Sandro Grossi, i sindaci di Casaprota, Marcello Ratini, di Mompeo, Silvana Forniti, di Montenero Sabino, Ugo Mancini, di Orvinio, Alfredo Simeoni, di Pozzaglia Sabina, Massimo Mulieri, di Scandriglia, Paolo Palmieri, e di Torricella in Sabina, Alessandro Iannelli, il presidente e l’amministratore delegato di Saprodir, Giancarlo Felici e Alberto Berardocco, i membri del cda di Saprodir, Arianna Del Re e Paolo Lancia, il consigliere regionale Daniele Mitolo e il deputato Fabio Melilli.

La società a maggioranza pubblica avvierà il servizio di raccolta dei rifiuti negli 8 Comuni interessati con le stesse modalità con la quale avviene attualmente a partire dal 1° giugno prossimo, mentre a partire da settembre si passerà al metodo “Porta a porta”: questi tre mesi serviranno alla società a porre in essere tutte quelle azioni necessarie e propedeutiche per un passaggio ottimale e non traumatico della cittadinanza al nuovo sistema di raccolta dei rifiuti.
«È un giorno importante che segna una svolta decisiva in un percorso iniziato 5 anni fa e che oggi finalmente si concretizza – commenta il presidente Saprodir, Giancarlo Felici – Messo da parte il legittimo entusiamo del momento dobbiamo però guardare avanti e iniziare a pianificare il futuro dato che in questi giorni si susseguono gli incontri con i sindaci di altri Comuni interessati al nostro progetto: a settembre avvieremo il servizio in alcune zone del Cicolano e del Montepiano Reatino. Contemporaneamente non dimentichiamo che il nostro progetto, guardato con interesse non solo dai territori limitrofi ma da tutta Italia, prevede un rafforzamento e uno sviluppo del sistema impiantisco anche perché solo investendo in questo senso potremo creare le condizioni per diminuire ulteriormente il carico fiscale ai cittadini che già grazie una seria e capillare raccolta differenziata potranno avere significativi sgravi. Voglio ringraziare tutti coloro che in questi anni hanno creduto nel progetto: il deputato Fabio Melilli, i nostri rappresentanti in Regione Lazio, il presidente della Provincia, Giuseppe Rinaldi, i sindaci, i dirigenti e i funzionari della Provincia, i soci privati e i membri del nostro cda».

tratto da: Frontiera